Fermato minorenne alle Slot di una Sala giochi in provincia di Vercelli

Vercelli. Serata di controlli straordinari di Polizia, quella di venerdì, con numerose volanti dislocate in tutta la città, e in particolare nei centri “nevralgici” dei dintorni delle piazze principali.

Il bilancio è di un arresto per resistenza a pubblico ufficiale, due denunce per droga, una denuncia per furto, un decreto di espulsione per un immigrato già destinatario di foglio di via e un minorenne beccato a giocare alle slot machine.

slot-machine-minori-imagoeconomica-kah-672x351ilsole24ore-web

Dai controlli effettuati sui documenti di tutti i presenti, è spuntato un minorenne, di 16 anni, pizzicato a trascorrere la serata, era ormai passata la mezzanotte, giocando alla richiestissima Slot Machine Book Of Ra in una Sala Giochi del posto.

Il ragazzo è stato immediatamente invitato ad andarsene, non prima però di aver preso nota delle sue generalità per spiccare poi la sanzione alla sala, che non ha controllato i documenti all’ingresso come previsto dalla legge.

Una sanzione che oscilla tra i 500 e i diecimila euro sta per arrivare sulla scrivania della società che gestisce la Sala.

I titolari del locale si sono esplicitamente rifiutati di offrire una giustifica al mancato controllo dei documenti del minorenne.

Notizie come queste sono in genere molto rare anche se si tratta di casi frequentissimi ma che sono utili proprio come monito a tutti i gestori di sale da gioco che esercitano con troppa superficialità.

Il gioco minorile è un vero e proprio problema che non va preso sotto gamba. Nessun gestore o cliente di una sala da gioco ha mai effettuato una denuncia al riguardo e per questo la situazione sfugge troppo spesso alle forze dell’ordine.

Ci auguriamo che notizie come queste spingano ad una più elevata sensibilizzazione verso il problema tutti i frequentatori di questi ambienti.